fbpx

Type and press Enter.

Eventi e degustazioni al tempo del Covid

Il Covid ha colto alla sprovvista le aziende vinicole che, in tempi strettissimi e in pieno lockdown, hanno dovuto reagire al calo delle vendite – conseguente alla chiusura del canale ho.re.ca – potenziando l’e-commerce, ammodernando i siti web e strutturandosi con dei social media manager per raggiungere in prima persona quella clientela di privati precedentemente filtrata dalla ristorazione, in particolare dalle enoteche.

Contestualmente, è nato il fenomeno delle degustazioni e degli eventi online, idea valida ma a volte improvvisata, caotica, priva di una regia, non supportata da adeguate tecnologia, azioni di marketing e logistica.

Erminio Fragassa, ad di Micromegas

Un esempio di ordine nel caos lo abbiamo trovato in una piattaforma per la gestione di eventi online (ma anche per quella in sicurezza di spettacoli, convegni, eventi sportivi e altre tipologie di incontri dal vivo) creata da Micromegas, azienda che si occupa di comunicazione integrata, per gestire riunioni e grandi eventi a distanza. “Si chiama Sharing Thoughts – spiega Erminio Fragassa, ad di Micromegas – la abbiamo sviluppata internamente all’azienda, mettendo a sistema la nostra lunghissima esperienza nel mondo degli eventi che ha avuto sempre il digitale tra i suoi strumenti strategici per gestire database complessi.” “Venti anni fa – continua l’ad – abbiamo scelto di avere un nostro settore ICT che, col tempo, ha dato vita a Sharing Thoughts, capace di svolgere trasmissioni televisive sul web, gestire dati, virtual set, regie e segnali audio . È un’architettura informatica sofisticata che regge numeri importanti di persone collegate contemporaneamente ed è gestita da una figura inventata da noi, il ‘digital concierge’, che si occupa di ospiti e speaker.

In questo particolare momento storico, le fiere si stanno spostando sul web e quelle vinicole non fanno eccezione. “È un tema sul quale lavoriamo da un po’ – sottolinea Fragassa – dove la nostra competenza potrebbe essere di grande aiuto. Non esiste una soluzione che possa sostituire le degustazioni di vini dal vivo, ma si possono avere informazioni estremamente dettagliate su un prodotto o farlo ricevere per tempo a chi voglia partecipare a un evento online, permettendo un brindisi a distanza.

Quella degli eventi online, dunque, è una porta che non sarà richiusa: “È un’eredità del Covid e non si tornerà indietro. Il fax sostituì la telescrivente e, a sua volta, fu soppiantato dalle e-mail. Il digitale non arretrerà da alcune posizioni guadagnate nell’ultimo anno, ad eccezione di quelle che richiedono la presenza fisica.

Bisogna tuttavia ragionare su quello che sarà l’interregno tra il lockdown e il ritorno alla normalità. Ad agosto, Micromegas ha organizzato a San Felice Circeo un concerto del violinista Andrea Casta e della soprano Rossana Potenza, dando un esempio di come dovrebbero essere gestiti i primi eventi in convivenza con il coronavirus, permettendo il ritorno in piena sicurezza alle manifestazioni dal vivo: “Abbiamo varato un protocollo Covid estremamente rigoroso nel rispetto delle norme nazionali e regionali. Dal “save the date” all’invito ufficiale, fino alla conferma, chi vuole partecipare all’evento proposto non può saltare nessuno step richiesto dalla piattaforma. Alla location, inoltre, c’è un rigoroso controllo con mascherine obbligatorie, distanziamento fisico garantito ad almeno un metro e mezzo e ingressi e uscite scaglionati seguendo delle “guide” per evitare assembramenti.

Quando la tecnologia viene sviluppata e usata con saggezza.