fbpx

Vini d’Abruzzo fra Wine Paris e gli Usa

In arrivo il primo appuntamento fieristico internazionale dell’anno in presenza,dal 14 al 16 febbraio al Paris Expo Porte de Versailles.

E’ il “Wine Paris & Vinexpo Paris”,dove il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo sarà presente per la prima volta con 13 aziende e oltre duecento referenze. In più ci sarà anche un’area tasting consortile per consentire alle cantine che non saranno presenti di far conoscere le loro novità con il Montepulciano d’Abruzzo apripista.

Parigi è una piazza strategica, dove debuttiamo per poter intercettare gli operatori non solo del mercato francese ma anche del centro e nord Europa – ha spiegato Valentino Di Campli presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo – Dopo un 2021 che si è chiuso positivamente, con l’export che è cresciuto del 10% nei principali Paesi target per un fatturato complessivo superiore ai 205 milioni di euro, continuiamo ad investire nella promozione anche all’estero. In Europa questa è la prima fiera ad andare in scena e speriamo davvero di riuscire a far incontrare di nuovo, dal vivo, la domanda e l’offerta.”

La Francia non è il solo Paese su cui il Consorzio sta investendo: già da fine gennaio un‘importante missione – con corner istituzionale e masterclass dedicate rispettivamente al Cerasuolo d’Abruzzo, Montepulciano d’Abruzzo, Abruzzo Pecorino e Trebbiano d’Abruzzo – sarà protagonista dello Slow Wine Tour che toccherà le città di San Francisco, Seattle, Austin, Miami e New York. 

Gli USA hanno segnato un +12% delle importazioni dei vini abruzzesi nel 2021 rispetto al 2020 e quindi ecco che a inizio febbraio ci sarà un wine tasting dedicato agli operatori a Washington, mentre dal 6 all’8 febbraio il Consorzio presenzierà al Winter Fancy Food che, per l’edizione 2022, si sposterà a Las Vegas per intercettare i buyer della West Coast. In contemporanea – il 7 febbraio – a Miami si terranno un walk around tasting e una masterclass dedicata al Montepulciano d’Abruzzo all’interno del Simply Italian Great Wines; la stessa formula verrà riproposta dopo due giorni anche a Houston mentre il 9 sarà la data conclusiva di questa intensa attività oltreoceano con un promotional lunch per operatori e media a San Francisco. “In un decennio il nostro export è cresciuto del 90%, vogliamo continuare a percorrere questa strada di valorizzazione e internazionalizzazione del nostro prodotto”, conclude Di Campli.