Annunciati i vincitori del Concorso Müller Thurgau

Si è svolta la premiazione della 20° edizione Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau, in concomitanza con la seconda giornata della 36° edizione della rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna, organizzata dal Comitato Mostra Valle di Cembra con il supporto di Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest.

A condurre l’appuntamento, presso lo spazio Fuori di Taste a Cembra, l’appassionante sommelier professionista Andrea Amadei, speaker radiofonico di Decanter di Rai Radio 2 che, affiancato da Livio Fadanelli, ha coinvolto il pubblico presente – formato da rappresentanti delle cantine premiate, giornalisti di settore, enoappassionati e curiosi – in un viaggio di scoperta delle 7 Medaglie d’Oro, proposte in degustazione in abbinamento a finger food dedicati nei colori e nei sapori alla cucina italiana candidata patrimonio immateriale Unesco realizzati dal catering “Emozioni&Sapori” di Baselga di Pinè.

Un numero ridotto rispetto agli anni precedenti – come ha spiegato Renzo Folgheraiter, Presidente del Comitato organizzatorepoiché abbiamo voluto modificare il regolamento rendendolo più sfidante, aggiungendo oltre al limite del massimo del 30% di premiati sul totale vincitori, anche il limite del 10% di Medaglie d’Oro. Interessante rilevare come le Medaglie d’Oro abbiano ottenuto punteggi che vanno da 86,5 a 87,5; le Medaglie d’Argento da 85,1 a 86,4 e le Medaglie di Bronzo da 84,8 a 85, a dimostrazione della grande qualità generale dei vini in concorso”.

Ad essere premiati con il riconoscimento più importante sono stati cinque vini trentini e due tedeschi. In particolare Azienda Azienda Agricola Pojer e Sandri (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau Monogramma 2020 e Fondazione Mach (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau 2022 hanno guadagnato anche la Menzione SpecialeMiglior Vino Italiano”, mentre  Staatsweingut Meersburg, con il suo Hohentewieler Olgaberg Müller Thurgau Trocken bio 2022, quella di “Miglior Vino Straniero”. Tra il pubblico, anche l’enologo e il responsabile marketing della società, che hanno voluto essere presenti alla premiazione.

Le altre Medaglie d’Oro, in ordine alfabetico, sono state: Anselmann, con il suo Deutscher Qualitätswein Rivaner Trocken Edesheimer Ordensgut 2022; Cembra cantina di montagna (TN), con il suo DOC Trentino Müller Thurgau 2021; Soc. Agr. Semplice Toniolli Rts (TN), con il suo DOC Trentino Müller Thurgau “Toniolli BAIT N.2” 2022; Società Agricola Zanotelli Elio e F.lli (TN), con il suo DOC Trentino Superiore Valle di Cembra Müller Thurgau 2022.

Tra le 8 Medaglie d’Argento – che da nuovo regolamento non potevano essere più del 20% dei totale vini in concorso, detratte le Medaglie d’Oro –  5 sono italiane. In ordine alfabetico, Cantina Produttori Valle Isarco (BZ) con il suo DOC Alto Adige Valle Isarco Müller Thurgau 2022; Gaierhof (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau 2022; Hans Rottensteiner (BZ) con il suo DOC Alto Adige Müller Thurgau 2022; Monsupello Eredi Boatti Carlo Soc. Agr. (PV), con il suo IGP Provincia di Pavia Müller Thurgau 2021 e Villa Corniole (TN), con il suo DOC Trentino Superiore Valle di Cembra Müller Thurgau Pietramontis 2021. A queste, si aggiungono 3 tedesche: Burkheimer Winzer con il Beernsaulslese Burkheimer Feuerberg Müller Thurgau 2018, che ha ricevuto anche la Menzione Speciale “Miglior Vino Dolce”; Weingut Dilger con il suo Deutscher Qualitätswein  Bermatinger Leopoldsberg Müller Thurgau 2022; Weingut Hans Wirsching con il suo Iphöfer Müller Thurgau Trocken 2022.

Sette, infine, le Medaglie di Bronzo con 4 italiane – Cantina La Vis (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau I Classici 2022; Cantina Mezzacorona (TN) con il suo DOC Trentino Superiore Müller Thurgau Musivum 2019; Cavit (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau Bottega Vinai 2022; F.lli Romanese Soc. Agricola (TN) con il suo DOC Trentino Müller Thurgau Laetitia 2022 – , 2 tedesche – Hendriks Fürst con il suo Bayerische Bodensee Gebietz Müller Thurgau Trocken 2022 e Schmidt am Bodensee con il suo Qualitätswein  Bayrischer Bodensee Müller Thurgau 2022 – e 1 svizzera, ovvero Wolfer con il suo AOC Müller Thurgau 2021.

ANDREA AMADEI

Alla 36° rassegna del Müller Thurgau abbiamo scoperto – ha commentato Andrea Amadeiquanto questo vino possa essere versatile ed estremamente moderno, con profumi caratteristici che non stancano e una interessante freschezza e sapidità, ma soprattutto la capacità di durare nel tempo. Per questo non bisogna aver paura – ha sottolineato – di aspettare qualche anno per degustarlo: nel tempo, come succede alle persone, riesce ad acquisire spessore e sfumature che prima non c’erano, maturando e moltiplicando gli aromi. Davvero interessanti – ha concluso – anche le opportunità di abbinamento a tavola: il Müller Thurgau non può e non deve essere solo un vino da aperitivo, ma è in grado di accompagnare perfettamente i più svariati abbinamenti, soprattutto se caratterizzati da una interessante forza aromatica”.

Visited 24 times, 2 visit(s) today