fbpx

Type and press Enter.

Calici di Stelle, un’estate per la ripartenza

Dal 2 al 16 agosto, si terrà l’edizione 2020 di Calici di Stelle, manifestazione organizzata dal Movimento Turismo del Vino e Città del Vino nei borghi e nelle cantine italiane.

Il tema di quest’anno sarà una citazione dantesca “uscimmo a riveder le stelle” per celebrare la ripartenza dopo il lungo lockdown per il Covid-19.

Saranno coinvolte le oltre 800 cantine del Movimento Turismo del Vino e il distanziamento e la sicurezza saranno garantite attraverso gli ingressi contingentati e le prenotazioni in cantina.

Tra gli appuntamenti in cantina le cene in vigna sotto le stelle, le Cene con il Vignaiolo, i concerti in vigna e le degustazioni in vigna, momenti di condivisione in cui riscoprire l’esperienza della degustazione guidati dalle testimonianze di chi il vino lo produce e lo sa raccontare in maniera personale e intima.

Grande spazio sarà dedicato anche al brindisi online #CalicidiStelle2020 che, sul modello di #CantineAperteInsieme, coinvolgerà i produttori e le cantine in un grande brindisi collettivo lunedì 10 agosto alle 19.30.

Tutti i partecipanti agli appuntamenti in programma potranno concorrere al premio fotografico “La Stella di Federica”, indetto dall’Associazione Nazionale Città del Vino e aperto a tutti i winelovers, inviando uno scatto fotografico della serata. Saranno premiate le tre foto che rappresentano al meglio l’evento in rapporto al territorio e al luogo in cui si svolge. Anche per questa edizione si rinnova la collaborazione con l’Unione Astrofili Italiana U.A.I. che metterà a disposizione, attraverso le sue associazioni locali affiliate, l’esperienza e la conoscenza dei suoi soci e l’utilizzo di telescopi e altri sistemi visivi per osservare gli astri del cielo.

Calici di Stelle sarà il primo grande evento dedicato al turismo enologico dallo scoppio della pandemia – afferma Nicola D’Auria, presidente di MTV Italia – Dopo la presentazione del protocollo Tranquillamente Enoturismo abbiamo lavorato per riuscire a mettere in pratica le linee guida che possano garantire la sicurezza di tutti: dal controllo della temperatura agli ingressi contingentati fino alla consegna personale dei bicchieri. Sicuramente l’estate e la possibilità di utilizzare grandi spazi in cantina e nei borghi ci aiuteranno nel rispetto della salute di tutti i partecipanti. Siamo felici di ripartire con le Cene con il Vignaiolo, le Cene in Vigna e le degustazioni, serate d’estate in cui noi produttori riusciamo a entrare in contatto con i winelovers in maniera semplice, diretta e conviviale, cose di cui tutti abbiamo gran bisogno dopo i mesi del lockdown.

Il richiamo ad uscire preso in prestito da sommo poeta Dante Alighieri – afferma Floriano Zambon, presidente delle Città del Vino – è un invito ad affrontare con rinnovata serenità questa fase così difficile determinata dalla pandemia, che ha colpito in particolar modo il turismo nel nostro Paese. Anche Calici di Stelle può essere uno strumento per offrire ai territori un’occasione in più di animazione e ai turisti un’esperienza sensoriale con i vini dei territori e i prodotti tipici locali, animando le piazze e le vie dei borghi e dei centri storici delle Città del Vino. Anche se si dovranno rispettare le norme vigenti in materia di prevenzione dei contagi del virus. Sarà un Calici di Stelle diverso, ma non per questo meno bello da vivere.