fbpx

Giro d’Italia: Conegliano sarà “wine stage”

Oggi, a un mese esatto dal via, è stata presentata la 14^ tappa a cronometro di 34,1 chilometri del Giro d’Italia Conegliano – Valdobbiadene, in programma il prossimo 17 ottobre 2020. In origine la tappa avrebbe dovuto svolgersi il 24 maggio, ma a causa dell’emergenza sanitaria è stata riprogrammata per il mese di ottobre.

Il Giro partirà dalla Sicilia il 3 ottobre e si concluderà il 25 ottobre a Milano. La tappa a cronometro è stata denominata da Rcs Sport “WINE STAGE”, la tappa del vino, per rendere omaggio a un territorio che in questi giorni è impegnato nella vendemmia eroica.

Sarà una frazione molto spettacolare quella delle Colline del Prosecco Conegliano e Valdobbiadene, da poco più di un anno riconosciute Patrimonio dell’Umanità Unesco. Una sfida contro il cronometro nel territorio di produzione del Prosecco Superiore DOCG, un’occasione unica per far vedere in tutto il mondo, grazie alle riprese televisive, le bellezze di questo territorio, da Conegliano fino a Valdobbiadene, passando per San Pietro di Feletto, il Muro di Cà del Poggio, Refrontolo, Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Col San Martino, Guia, San Pietro di Barbozza.

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG è sede del Comitato della 14^ tappa del Giro d’Italia – afferma il Presidente del Consorzio di Tutela, Innocente Nardie in considerazione del momento delicato e incerto che stiamo attraversando, che segue a mesi difficilissimi, siamo particolarmente orgogliosi di ospitare una tappa a cronometro del Giro d’Italia 2020, l’unica ad avere come palcoscenico un territorio viticolo, che permette di consolidare l’identità e il valore del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

Il Veneto si tinge ancora una volta di rosa – commenta Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il Patrimonio Unesco delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene – e le nostre Colline, per la quinta volta in poco più di 10 anni, faranno da sfondo ad una delle tappe più attese del Giro. Sarà però la prima volta da quando sono state proclamate Patrimonio dell’Umanità. Più di 34 chilometri che, da Conegliano a Valdobbiadene, attraverseranno un’area di oltre 9.000 ettari diventata Sito Unesco proprio grazie al suo particolare paesaggio, caratterizzato da salite e discese che renderanno questa cronometro forse una delle più spettacolari in assoluto. La tappa, tanto attesa soprattutto in un anno così particolare, sarà l’occasione per mostrare al mondo intero la straordinaria bellezza che rende questo territorio un patrimonio unico nel suo genere. Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono il risultato dell’impegno, della caparbietà e della passione dell’uomo. Caratteristiche, queste, che si ritrovano appieno nel ciclismo, sport tra i più popolari in Veneto, regione di grandi campioni. Ecco perché l’Associazione è onorata di sostenere questo evento: siamo certi che la 14a tappa del Giro lascerà il mondo a bocca aperta”.