fbpx

Type and press Enter.

Valentini, le prime Gemme di Gusto da presidente

Chiude l’undicesima edizione di Gemme di Gusto, la rassegna di iniziative enogastronomiche all’aperto organizzata dai soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, in programma dal 7 maggio al 6 giugno per salutare l’arrivo della bella stagione. Da oggi a domenica, la collina di Trento, la Valle di Cembra, il Garda Trentino e la Valsugana saranno il palcoscenico per l’ultimo dei cinque fine settimana dedicati alla promozione delle eccellenze trentine a tavola.

Abbiamo fatto il punto dell’iniziativa con Sergio Valentini, ristoratore lagarino che lo scorso 2 marzo è stato eletto all’unanimità Presidente dal Comitato di gestione dell’associazione (con Rosario Pilati come vicepresidente), succedendo a Francesco Antoniolli.

VALENTINI, ANTONIOLLI E PILATI

Valentini, è soddisfatto di questa sua prima esperienza come presidente durante Gemme di Gusto?
C’è stata un’ottima partecipazione. Siamo felici della grande voglia di stare all’aperto, di trascorrere giornate in compagnia, di fare esperienze gustose con la scenografia unica dei nostri paesaggi, dimostrata dalla gente che ha partecipato all’evento. Un plauso ai nostri associati che hanno saputo emozionare i turisti.

Rispetto a un anno fa, quando uscivamo dal lockdown, cosa è cambiato?
Direi poco. Intanto continuiamo a proporre eventi dal vivo, non online. Gemme di gusto è tutto in presenza, all’ aria aperta e in piccoli gruppi: abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissi. Ogni evento nasce con l’intento di creare un’esperienza sensoriale unica e puntiamo a muovere un massimo di 40 persone alla volta, in alcune occasioni anche meno se i posti da visitare sono al chiuso e non permettono di ospitare molta gente o non garantiscono le distanze di sicurezza per il Covid. Lo standard qualitativo delle visite è sempre altissimo ma si può alzare l’asticella della qualità, abbiamo le potenzialità per crescere ancora sotto questo aspetto. Chi ha scelto la strada del Trentino, ha scelto la strada giusta.

Descrizione perfetta per uno spot. Allora parliamo del futuro…
Puntiamo a scoprire tutte le novità che vogliono offrire i nostri associati per valorizzarle, mentre stiamo cercando di predisporre dei pacchetti viaggio per gli enoturisti e non solo. La sfida da vincere è accogliere sempre più visitatori, sfruttare al massimo il nostro potenziale. Ci sono tanti luoghi suggestivi in Trentino da valorizzare.

Parliamo di turismo internazionale.
Da noi, il turismo è per il 95% italiano e parliamo di numeri importanti. Era così anche prima della pandemia, i nostri connazionali non hanno scoperto il Trentino solo grazie al Covid. È chiaro che vorremmo accogliere più stranieri e per farlo cercheremo di rispondere alle loro esigenze, diverse da quelle degli italiani e di farlo, ovviamente, nella loro lingua.

Pochi stranieri, i giovani invece quanti sono?
L’ètà media dei giovani che si interessano al Trentino si è abbassata ma consideriamo che l’età cambia anche in base agli eventi: alcuni interessano gli under 30, altri i cinquantenni, i gusti sono diversi. In ogni caso, ogni volta che organizziamo un’uscita c’è una bella amalgama generazionale: in generale rapiamo l’interesse di tutti.


Ora, per chi volesse godersi l’ultimo weekend di Gemme di Gusto, ecco il programma.

Venerdì 4 e sabato 5 giugno, è in programma La merenda del cuore, a partire dalle ore 15.00 presso il Quartiere de Le Albere di Trento: dopo aver ritirato una golosa merenda presso Dolcemente Marzari, gli ospiti potranno spostarsi nel parco adiacente e gustare le dolcezze di Pasticceria Marzari, realizzate con i prodotti di Ca’ dei Baghi e Birrificio degli Arimanni, abbinati a dei curiosi giochi. La quota di partecipazione è di 12 o 15 euro a seconda della soluzione pic-nic scelta.

Sabato 5 giugno, inoltre, la Valle di Cembra apre le sue “porte” con Taste&Walk tra porfidi e vigneti: a partire dalle 9.30 si camminerà infatti per 5,5 km alla scoperta del centro storico del borgo di Cembra e del territorio circostante passeggiando tra i terrazzamenti vitati. Nel corso della giornata, gli ospiti potranno visitare una cantina del territorio zona tra Cembra cantina di montagna, Società Agricola F.lli Pelz, Zanotelli, raggiungere a piedi Macelleria Gastronomia Zanotelli per ricevere tutto il nécessaire per uno sfizioso pic-nic da gustare in mezzo alla natura presso l’Agriturismo Maso Besleri, dove avranno la possibilità di visitare anche l’acetaia di Azienda Agricola Pojer e Sandri. La quota di partecipazione è di 42 euro a persona.

Alle 10.30, presso Madonna delle Vittorie di Arco, torna invece Spirito di primavera, visita guidata in cantina alla scoperta dello Chardonnay con pranzo finale, dove i prodotti Trota Oro incontreranno le varie espressioni di questo vitigno, sia in versione ferma che Trentodoc, e conclusione con una grappa di Distilleria Marzadro. La quota di partecipazione è di 45 euro a persona.

Nel pomeriggio, invece, ci si sposta in Valsugana con Passeggiata tra i vigneti di Serso: dalle 15.30 alle 18.30 è infatti in programma un percorso tra vigneti e boschi alla scoperta del Blanc de Sers e della natura circostante, guidati da un’accompagnatrice esperta di territorio. In conclusione, degustazione dei vini di Cantine Monfort qui prodotti in abbinamento ad appetizer food preparati con eccellenze di Azienda Agricola Le Mandre e altre realtà locali, come l’Associazione Antichi Vitigni della Valsugana. La quota di partecipazione è di 40 euro a persona; 15 per bambini e ragazzi dai 9 ai 18 anni; gratuito sotto i 9 anni.

Sabato 5 e domenica 6 giungo, presso Mas dei Chini a Martignano di Trento, dalle ore 10.00, si svolge anche Pic-nic vivi la vigna: agli ospiti verrà consegnato un goloso e ricco cesto da pic-nic con golosità a base di prodotti di: Latte Trento, Trota Oro, Agraria Riva del Garda, Caseificio degli Altipiani e del Vezzena, un colorato plaid, e una bottiglia di vino ogni due persone da ritirare al Maso, per poi partire alla volta del vigneto a cercare l’angolino giusto per una pausa perfetta di relax da cui godersi un panorama mozzafiato. La quota di partecipazione è di 35 euro a persona; 20 per bambini fino a 12 anni.

Foto di copertina: L. Campolongo