Wine&Siena, il primo evento del 2024 è in arrivo

La 9^ edizione di Wine&Siena – Capolavori del gusto, in programma a Siena dal 27 al 29 gennaio 2024, si svolgerà nelle prestigiose sale del Santa Maria della Scala, gioiello urbano del 1300. La manifestazione inaugura l’anno enoico in Toscana e in Italia per presentare grandi selezioni e grande enogastronomia. Ma non solo, Wine&Siena dà il via a un anno intero di appuntamenti siglati The WineHunter. Con una novità: grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, anticiperà l’evento un cartellone di iniziative culturali per parlare di vino e letteratura, vino e poesia, vino e storia, vino e archeologia.

Inoltre, l’invito da parte di Helmuth Köcher a Sigfrido Ranucci, il conduttore di Report, a partecipare a Wine&Siena 2024: dopo un’inchiesta sulla produzione del vino che ha sollevato critiche e controversi sul mondo enologico, nasce la volontà di tutelare valori, ecosostenibilità ed eccellenza, in sintonia con la filosofia che da sempre difende The WineHunter Award. Essendo Wine&Siena il primo evento nazionale vinicolo italiano, viene così chiuso l’anno con la polemica sul servizio televisivo della sua redazione, aprendo quello nuovo con una riconciliazione. “Venga a trovarci”, è stato l’invito di Köcher. “Potrà essere ospite a Wine&Siena e, se vorrà, è possibile organizzare anche un incontro pubblico con i tanti produttori presenti. Gli interessi del resto coincidono, entrambi vogliamo un consumatore consapevole e un vino sostenibile e di qualità. Le modalità per arrivarci troviamole insieme”.

La rassegna, voluta dal Patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher e dal presidente di Confcommercio Siena Stefano Bernardini, ospita produttori e visitatori a Siena dove il patrimonio culturale sposa le migliori produzioni enologiche e gastronomiche premiate da The WineHunter Award. Preziose le collaborazioni con Camera di Commercio di Arezzo Siena, il Comune di Siena, Regione Toscana, Università degli Studi di Siena. Un percorso tra location uniche come il Palazzo Comunale, il Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione e Palazzo Squarcialupi al Santa Maria della Scala, che torna ad essere per il quarto anno la location principale delle degustazioni enogastronomiche.

Torniamo con la nona edizione di Wine&Siena, l’evento enogastronomico che apre questo nuovo anno e si caratterizza per la qualità dei vini selezionati dalle commissioni d’assaggio The WineHunter. Siamo a Siena in una splendida cornice fatta di storia, tradizione e cultura del territorio vitivinicolo e gastronomico – dice Helmuth Köcher – Torniamo qui, per la nona edizione, con un rinnovato spirito e un grande entusiasmo, di nuovo nel periodo migliore per la rassegna che lancia tutta la stagione di eventi dedicati al vino di The WineHunter e non solo”.

Si inizia venerdì 26 gennaio 2024, taglio del nastro alle 18 a Palazzo Comunale per l’inaugurazione. E poi alle 20 torna la Small Plates Dinner al Santa Maria Della Scala – Palazzo Squarcialupi. Con i percorsi sensoriali si parte alle 11 di sabato 27 gennaio al Santa Maria della Scala dove si andrà avanti fino alle 18 con la degustazione di prodotti enogastronomici degli espositori Wine, Food & Spirits, Extrawine, i Consorzi. Anche domenica 28 gennaio, stand aperti dalle 11 fino alle 18. Infine, con Wine&Siena 2024 torna la giornata di lunedì 29 gennaio dedicata agli operatori del settore e alla stampa, occasione unica per degustare e scoprire nuovi prodotti e conoscere le aziende produttrici.

Cultura e storia, enogastronomia e tradizioni nella splendida cornice del Santa Maria della Scala – fa notare Nicoletta Fabio, Sindaco di Siena –Un’unione di eccellenze che anche quest’anno ritroveremo nell’edizione 2024 di Wine&Siena, in una tre giorni di ‘capolavori’, in cui scoprire e riscoprire le nostre eccellenze e non solo: Siena sarà di fatto la capitale del vino, in un evento che con il passare degli anni ha saputo coinvolgere il territorio e diventare vero e proprio punto di riferimento nazionale. Una splendida iniziativa ideata da The WineHunter e in questa occasione mi preme anche ricordare Andrea Vanni, senese prematuramente scomparso che con grande lungimiranza pensò a Wine&Siena. Sono convinta che con il passare degli anni questo appuntamento possa ancor di più ampliare le aspettative di tutto il territorio senese, con iniziative sempre più radicate e peculiari”.

Visited 30 times, 1 visit(s) today