fbpx

Amarone e Famiglie Storiche all’ombra del Duomo

Le Famiglie Storiche sono tornate a Milano. Ieri, l’Associazione nata nel giugno del 2009 dall’unione di 10 storiche cantine della Valpolicella (oggi conta 13 soci attivi del “mondo Amarone”: Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Torre D’Orti, Venturini e Zenato) ha tenuto un evento con banchi d’assaggio e una masterclass che rientra in un percorso di appuntamenti che segnano la ripresa delle attività in presenza delle Famiglie in Italia e oltreconfine.

L’evento, organizzato in collaborazione con AIS Milano – ha spiegato Alberto Zenato, presidente delle Famiglie Storiche – si inserisce all’interno di una strategia della ripartenza, che da questo autunno ci ha impegnati tutti in prima persona, dalla presentazione del Docufilm “Le Famiglie Storiche – Un racconto sull’Amarone”, alla partecipazione a Vinitaly Special Edition. Essere qui oggi, sulla prestigiosa piazza milanese con AIS e incontrare un pubblico preparato, di sommelier di professione e per passione, è un ulteriore segnale di impegno nel fare cultura a favore del nostro territorio, la Valpolicella, e testimoniare la nostra visione di Amarone. Un impegno che a fine mese ci porterà anche a Roma, dove incontreremo sommelier, ristoratori ed enotecari.

Girato dal regista scaligero Michael Gasparini, il  docufilm “Le Famiglie Storiche – un racconto sull’Amarone“, al quale si riferisce il presidente, era stato presentato il 9 settembre a Verona. Il documentario raccoglie una serie di interviste con i produttori sul loro modo di vivere l’Associazione, la Valpolicella e l’Amarone, storie intervallate da suggestive immagini delle vigne. Un racconto che ha permesso a tutte le tredici realtà di comunicare assieme, in equilibrio tra personalità e stili diversi.

Tornando all’appuntamento meneghino, il format scelto è stato quello classico del confronto diretto tra i sommelier, gli studenti e i produttori. Il pomeriggio è stato dedicato a un walk around tasting, tredici banchi d’assaggio tutti capitanati da un membro di ciascuna famiglia.

Artur Vaso, Relatore AIS e specialista di vini veneti, ha invece condotto una masterclass dedicata all’Amarone e il suo potenziale evolutivo. Dal 2001 al 2013, un lungo excursus nel tempo per scoprire come evolve l’Amarone della Valpolicella e quali sono le differenti interpretazioni delle aziende che hanno fondato l’Associazione “Le Famiglie Storiche”.

Vini in degustazione

  • Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG Fieramonte 2011 – Allegrini
  • Amarone della Valpolicella Classico DOCG Monte Ca’ Bianca 2007 – Begali
  • Amarone della Valpolicella Riserva DOC 2007 – Brigaldara
  • Amarone della Valpolicella Classico DOC Calcarole 2005 – Guerrieri Rizzardi
  • Amarone della Valpolicella Classico DOC Vaio Armaron 2001 – Serego Alighieri Masi
  • Amarone della Valpolicella Riserva DOC 2007 – Musella
  • Amarone della Valpolicella Classico DOC Vigneto Sant’Urbano 2004 – Speri
  • Amarone della Valpolicella Classico DOC Capitel Monte Olmi 2007 – Tedeschi
  • Amarone della Valpolicella DOCG Campo dei Gigli 2010 – Tenuta Sant’Antonio
  • Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG 2010 – Tommasi De Buris
  • Amarone della Valpolicella DOCG 2013 – Torre d’Orti
  • Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva 2009 – Venturini
  • Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva Sergio Zenato 2009 – Zenato