fbpx

Autochtona diventa maggiorenne: 18esima edizione

Non si parla di vera e propria ripartenza per il forum nazionale dei vini autoctoni, in programma il 18 e 19 ottobre come sempre a Bolzano, perché di fatto Autochtona non si è mai del tutto fermata. Come i migliori vini prendono vita dai terreni più difficili, così Autochtona ha saputo rinnovarsi e migliorarsi nell’anno più complicato: il 2020.

Autochtona ha colto l’occasione dell’assenza del banco d’assaggio per rivoluzionare e potenziare la rassegna “Autoctoni che passione!” trasformandola in “Autochtona Award”; 500 vini candidati da oltre 350 produttori di tutta Italia, due giorni di degustazioni alla cieca da parte di una giuria internazionale di grande prestigio e professionalità e la premiazione finale che ha decretato i vincitori di 11 categorie.

Una formula che verrà riproposta anche quest’anno, “giuria delle stelle” compresa che ritorna protagonista grazie al panel di esperti degustatori, wine writer e buyer da tutto il mondo, premiando i vini vincitori nel pomeriggio di martedì 19 ottobre in diretta streaming sui canali social di Fiera Bolzano. Due novità andranno inoltre ad arricchire l’elenco delle categorie già esistenti: “Miglior Vino Metodo Ancestrale” e “Miglior Vino Orange”.

A questo si aggiungerà il grande banco d’assaggio, gestito in sicurezza dai sommelier AIS dell’Alto Adige, che darà la possibilità anche ad appassionati e operatori del settore di assaggiare i tantissimi vini che già in queste ore si stanno candidando. Per il pubblico sarà un’occasione per conoscere da vicino la biodiversità presente nel panorama vitivinicolo italiano. Non mancherà infine un ricco calendario di masterclass condotte da esperti del settore, che si svolgeranno durante i due giorni di manifestazione.