fbpx

Elizabeth Banks: compra vino e riceverai un serpente

Elizabeth Banks colpisce ancora. L’attrice, regista e produttrice cinematografica statunitense torna a far parlare, a modo suo, di Archer Roose, una delle pricipali aziende di vini in lattina degli Stati Uniti di cui l’attrice è diventata co-proprietaria dallo scorso maggio, quando ha affiancato la fondatrice dell’azienda Marian Leitner-Waldman, prendendo la carica di Chief Creative Officer.

Dopo un primo video diffuso la scorsa primavera in cui Marian Leitner-Waldman raccontava della convivenza forzata e non voluta con la Banks che si era trasferita a casa sua – metafora dell’ingresso in azienda – mentre scorrevano immagini della nuova coinquilina in pigiama intenta a mangiare cibo spazzatura (per poi sputarlo) e a tagliarsi le unghie dei piedi nel lavello della cucina, in questi giorni ne è stato diffuso un secondo assurdo, geniale e immediatamente virale.

Nel filmato, la Banks è inizialmente ripresa in campo stretto mentre spiega che un’azienda sostenibile deve restituire qualcosa e, così, per l’acquisto di “sole” 100.000 casse di vino i clienti Archer Roose riceveranno in omaggio un serpente vivo. A questo punto il campo si allarga rivelando un serpente nelle mani dell’attrice mentre la Banks promette “un serpente vivo di nostra scelta, inviato direttamente a casa tua fino ad esaurimento scorte. Perché crediamo che il vino possa rendere il mondo un posto migliore. E tu meriti il serpente dei tuoi sogni.

Sul sito dell’azienda c’è addirittura una pagina dedicata con tanto di spiegazione dello “Snake Reward Program”, foto di rettili fra i quali scegliere e addirittura delle FAQ su come gestire il nuovo ospite, che ovviamente non vi spoileriamo.

Inutile aggiungere che la trovata della Chief Creative Officer è stata geniale (in quanti ci avranno creduto?) ed è già diventata virale, accendendo i riflettori su un prodotto, il vino in lattina, distante anni luce dalle eleganti bottiglie, le etichette ricercate e i nomi di fantasia ai quali sono abituati i consumatori e aprendo implicitamente la questione sui nuovi materiali per conservare il vino e sulla qualità del risultato.

Rimane una domanda. Come è nata la decisione della Banks di legarsi alla Archer Roose? La risposta in un’intervista con l’attrice pubblicata da Forbes qualche tempo fa: “Amo il vino. Mi piace l’idea di rendere il buon vino accessibile alle persone. Quando ho capito che la mossa di Marian Leitner era quella di mettere del vino di qualità in lattina, ho pensato onestamente alla mia vita. Tutti i momenti incredibili in cui sei fuori con una borsa termica – alla partita di baseball o in spiaggia, o al lago o sugli impianti di risalita – quando i ragazzi bevono le loro birre e ho pensato, non sarebbe fantastico se potessi tirare fuori un Sauvignon Blanc da lì? E Marian sta realizzando i miei sogni!