fbpx

Paesaggi musicali toscani e Orcia: musica e vino

Il primo appuntamento del Festival Paesaggi Musicali Toscani, con il concerto dei Solisti di Milano Classica al Giardino Nilde Iotti di San Quirico d’Orcia, accompagnato dalle degustazioni di Orcia Doc, ha sancito il successo della partnership tra la manifestazione musicale e il Consorzio del vino Orcia.

Paesaggi Musicali Toscani è un festival di musica classica al quale partecipano artisti di fama internazionale, in programma nelle location più suggestive della Val d’Orcia. In questi appuntamenti gli appassionati di musica classica potranno trovare all’ingresso dei concerti un calice di Orcia Doc da accompagnare all’esibizione.

La DOC Orcia, nata nel febbraio del 2000, raccoglie nella sua area di produzione dodici comuni (Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Quirico d’Orcia, Trequanda, parte dei territori di Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena) e ha un disciplinare che prevede la tipologia “Orcia” (uve rosse con almeno il 60% di Sangiovese) e l’Orcia Sangiovese (con almeno il 90% di Sangiovese) entrambe anche con la menzione Riserva in base a un prolungato invecchiamento (rispettivamente 24 e 30 mesi tra botte di legno e bottiglia). Fanno inoltre parte della Doc il bianco, il rosato e il Vin Santo.

“L’idea nuova è proporre a tutti un mix di appagamenti sensoriali che aiuti a creare momenti unici dalle fortissime emozioni – spiega il presidente del Consorzio del vino Orcia, Donatella Cinelli Colombini – con l’obiettivo di innalzare il livello della rigenerazione psicofisica che, soprattutto dopo il periodo della pandemia, è diventata un bisogno collettivo.”

I prossimi appuntamenti con le degustazioni sono in programma oggi, nella Cappella della Madonna di Vitaleta, e il 22 e 26 agosto.