fbpx

Vigneti, ospitalità al femminile e… i camper

Avete un camper? Amate la natura e il buon vino? Le Donne del Vino – associazione senza scopo di lucro che promuove la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino – lancia una proposta di turismo eco-sostenibile. Da questo mese, un gruppo di produttrici aprirà le porte delle loro cantine ai turisti in caravan e camper per offrire loro la sosta di una notte fra i vigneti.

Il progetto si chiama “Donne del Vino Camper Friendly”, ideato assieme al TCI – Touring Club Italiano e vuole avvicinare la grande enologia a chi fa turismo itinerante e, tradizionalmente, intende il viaggio come una scoperta emozionante che lo porta a diretto contatto con la natura, i territori e le persone. L’idea di unire ospitalità al femminile e camper è della “donna del vino” friulana Elena Roppa. Le aziende del vino al femminile sono in tutta Italia e producono in contesti naturali e storici di grande bellezza. Proprio il concetto di ospitalità costituisce il punto di partenza di questa iniziativa.

Il concetto di ospitalità – dice la presidente delle Donne del Vino, Donatella Cinelli Colombinicostituisce il punto di partenza del progetto Donne del Vino Camper Friendly che intende proporre i luoghi del vino come destinazioni privilegiate di chi fa viaggi itineranti. Per loro le Donne del Vino hanno pensato a una più ampia offerta di ecoturismo che prevede soste gratuite di una notte, sconti sullo shopping di vini e animazioni da concordare direttamente con le produttrici: degustazioni all’aperto, pic-nic e trekking tra le vigne”.