fbpx

Type and press Enter.

Il vino nei cartoni animati: citazioni Disney

Torniamo a parlare di cartoni animati e di vino. Dopo numerosi episodi di citazioni enoiche all’interno degli anime giapponesi, andiamo a visitare il mondo Disney per vedere alcuni lungometraggi in cui compaiono calici e bottiglie.

Spugna

Apertura dedicata a un personaggio il cui nome dice tutto: “Spugna”. Il nostromo creato da James Matthew Barrie come spalla di Capitan Uncino è il miglior bevitore non protagonista de “Le avventure di Peter Pan” (1953). In realtà, nella versione originale il braccio destro di Hook si chiama Mr Smee, un nome proprio a differenza di quel ”Spugna” tutto italiano che ha il sapore del tipico soprannome che si dà a chi indugia nell’alcol. L’immagine che vedete è tratta da una scena comica in cui il pirata approfitta di alcuni momenti di distrazione di Capitan Uncino per bere direttamente da una bottiglia di vino, per poi riporla velocemente all’interno del pianoforte del suo capo ogni volta che sta per essere colto in fallo. Due curiosità sul film: Le avventure di Peter Pan è stato l’ultimo Classico Disney distribuito attraverso la RKO prima della nascita della Buena Vista Distribution, e l’ultimo lungometraggio in cui tutti i “Nine Old Men” (Wolfgang “Woolie” Reitherman, Frank Thomas, Les Clark, Milt Kahl, Ollie Johnston, John Lounsbery, Eric Larson, Ward Kimball, Marc Davis) – così Walt Disney chiamava scherzosamente il suo storico gruppo di animatori, riferendosi ai nove giudici della Corte Suprema Statunitense – lavorarono assieme.

Anton Ego

Passiamo da un personaggio pavido a chi invece il timore lo incute, Anton Ego di “Ratatouille” film d’animazione del 2007 prodotto dai Pixar Animation Studios e distribuito dalla Buena Vista International. Parliamo del critico gastronomico dei verdetti definitivi, il cui commento decide i destini di un ristorante, l’uomo che venera la gastronomia e che se non la venera non la celebra. A tavola o mentre scrive le sue temutissime recensioni (il suo studio ricorda la forma di una bara e il retro della macchina da scrivere un teschio), vediamo Ego – doppiato nella versione originale da Peter O’Toole – accanto a una bottiglia di rosso che sorseggia con eleganza. La trasformazione di questo personaggio, grazie alla riscoperta dei sapori dell’infanzia, e di un nuovo modo di vedere il cibo, dovrebbe far pensare al peso e le conseguenze di certi giudizi anche nel mondo del vino.

Chiudiamo con il miglior bicchiere di vino sprecato in un film. In “Aladdin” (1992), il 31esimo “Classico” della Disney – nella cui edizione italiana ricordiamo il doppiaggio del compianto Gigi Proietti che interpretava il Genio (in originale la voce è di un altro grande attore scomparso, Robin Williams) – la principessa Jasmine reagisce alle proposte amorose, non corrisposte, di Jafar, il malvagio Gran Visir di Agrabah, prendendo un bicchiere di vino e lanciandone il contenuto in faccia allo stregone.

Un no è un no, nella finzione come nella realtà.