Libri e vini nella Florida italiana di Hemingway

Il vino è stato usato come inchiostro per scrivere o addirittura per disegnare fumetti. Il matrimonio migliore fra editoria e vino, però, rimane quello di una lettura interessante accompagnata da un buon calice.

Ogni estate da 22 anni, al PalaPineta di Lignano Sabbiadoro, l’Associazione Culturale Lignano nel terzo millennio organizza “Incontri con l’autore e con il vino”, una serie di appuntamenti durante i quali scrittori e proprietari di cantine presentano al pubblico le loro “creazioni”: libri e vini.

Quest’anno, l’evento ha preso il via la settimana scorsa con la presentazione “Lignano Pocket-Guide” di Christoph Winter e Ruth Frei-Javurek, una guida alla cittadina che Ernest Hemingway ribattezzò la “Florida italiana”.

“Questa manifestazione – spiega Alberto Garlini, curatore della presentazione degli autori –  nasce nel 1999 come nuova forma di comunicazione culturale che coniuga artisti della penna e del vino; nel corso del tempo, ha ospitato alcuni dei nomi più interessanti della letteratura e del giornalismo italiano. Il tutto si sviluppa in 12 incontri durante i quali presentiamo un autore e il suo libro, brindando al termine con vini friulani.” “Il coronavirus – continua –  ci ha costretti a un nuovo format. In questa fase iniziale, i nostri incontri saranno trasmessi sul web. La presentazione inaugurale della scorsa settimana ha riscosso un buon successo di pubblico, un ottimo viatico per i prossimi incontri. Dal 6 agosto, invece, torneremo ai canonici appuntamenti dal vivo quando, nel rispetto delle norme, la gente potrà parlare con gli scrittori e i cantinieri, facendosi firmare i libri e assaggiando i vini.”

Al termine della presentazione di un autore, infatti, entrano in scena Giovanni Munisso e il titolare di un’azienda vitivinicola, invitata a raccontarsi e a far conoscere i suoi prodotti.

“Durante la parte dedicata ai vini – racconta Munisso, responsabile degli eventi enologici – promuoviamo le eccellenze del nostro territorio, dando spazio alle cantine e degustando i loro vini. Solitamente introduco i produttori che presentano la loro azienda e raccontano storie di vino. Non è un semplice elenco di informazioni ma un immersione nel loro lavoro. Dopo questa parte, mi inserisco io e parlo dei vini, raccontandone le proprietà organolettiche e i possibili abbinamenti a tavola.” “L’abbinamento più difficile – prosegue – è quello tra un vino e un libro. Di solito cerco di trovare storie simili, associando un grande scrittore a una cantina storica o un’azienda giovane a un romanziere al suo primo libro. In altri casi, coniugo donne scrittrici e produttrici che possono anche raccontare elementi sul mondo del lavoro femminile.  Se un argomento ricordasse una tipologia di vino, avremmo l’accoppiata perfetta, la serata finirebbe alla grande!”

In ogni caso, gli incontri si chiudono con gli scrittori che firmano i loro libri e i produttori che fanno assaggiare i loro vini a un banco di degustazione: due forme di arte che si incontrano.

PROGRAMMA PROSSIMI APPUNTAMENTI

Giovedì 16 luglio
Gennaro Sangiuliano
Il nuovo Mao. Xi Jinping e l’ascesa al potere nella Cina di oggi (Mondadori)

Giovedì 23 luglio
Corrado Augias
Breviario per un confuso presente (Einaudi)

Giovedì 30 luglio
Nadia Terranova
Come una storia d’amore (Perrone)

Giovedì 6 agosto
Gian Mario Villalta
L’apprendista (SEM)

Giovedì 13 agosto
Mauro Corona
Fegato (Mondadori)

Giovedì 20 agosto
Enrico Galiano
Dormi stanotte sul mio cuore (Garzanti)

Giovedì 27 agosto
Ilaria Tuti
Fiore di roccia (Longanesi)

Giovedì 3 settembre
Paola Cadelli
Il giardino delle verità nascoste (L’Asino d’oro)

Visited 1 times, 1 visit(s) today