fbpx

Type and press Enter.

Joe Bastianich racconta la sua collezione di vini


Oggi e domani, oltre 30.000 bottiglie di vini italiani appartenenti alla cantina del ristorante Del Posto di New York City saranno battute all’asta dalla celebre casa Hart Davis Hart Wine Co.

Nel giorno di un’asta che entrerà sicuramente nella storia del vino – si parla di un valore stimato tra i 3 e i 4,5 milioni di dollari – oscarwine ha intervistato Joe Bastianich, proprietario di Del Posto e creatore della preziosa collezione enologica per raccontarne storia e aneddoti.


Alcune tra le bottiglie all’asta

Bastianich, in quanti anni ha costruito la sua straordinaria collezione di vini?
Onestamente, ci ho messo quasi venti anni. Fin dall’inizio dell’apertura di Del Posto, la mia ambizione è sempre stata quella di creare la più grande, completa e importante cantina di vini italiani all’estero e grazie ai rapporti diretti con i produttori e la loro disponibilità devo dire che ci siamo riusciti. Oggi è una collezione che non fatico a definire incredibile, unica e speciale fatta di tante etichette imbottigliate apposta per il ristorante con formati e vini non disponibili solitamente sul mercato. Una collezione per gli amanti del vino e delle esperienze uniche. Proprio ciò che potevi avere a Del Posto.

JOE BASTIANICH

Qual è stata la sua prima bottiglia “importante”?
Barolo, Monfortino Conterno, 1978.

Qual è il vino al quale è legato il suo ricordo più bello e perché?
Beh sono davvero tanti ma devo dire che nel tempo ho messo insieme una collezione impressionante di champagne d’annata che è diventata la passione della mia vita. Ho avuto la fortuna di bere dei Krug, dei Dom Perignon degli anni ’50 e ’60 e…sono stati un’esperienza davvero emozionante. Una bevuta per gli amatori, non facilissima al primo approccio ma di sicuro indimenticabile.

Un aneddoto su un vino servito nel suo locale.
Quando abbiamo aperto il Vespa Rosso Bastianich, per Meryl Streep. Era il 2009, durante le riprese di “It’s complicated”; uno dei tanti film che sono stati girati nei miei ristoranti!

Esiste ancora una bottiglia dei sogni di Joe Bastianich?
A dire il vero, le ho avute (e bevute!) tutte. Non ho sogni nel cassetto…per ora.

Quali sono stai i vini più difficili da reperire?
Quelli che non puoi bere da nessun’altra parte nel mondo se non sedendoti ad un tavolo di Del Posto, sfogliare la lista e…goderteli.

Alla salute!

Photo Joe Bastianich: Angelo Trani