fbpx

Wine in Venice, laguna capitale del vino

Dal 28 al 30 gennaio 2023, Venezia diventerà la capitale del vino con  Wine in Venice, manifestazione con un ricco programma di tavole rotonde, talks e laboratori dedicati al futuro del settore enologico. Tra gli obiettivi della prima edizione l’assegnazione delle Wine Wild Card, un riconoscimento a venti aziende, una per ciascuna regione italiana, che hanno contribuito a portare avanti i valori chiave della manifestazione: sostenibilità, innovazione ed etica. Saranno proprio questi criteri a risultare fondamentali per l’ammissione all’evento.

AIS Veneto sarà giudice di qualità dei venti produttori vitivinicoli che sfileranno sul red carpet dell’evento.

La tre giorni, organizzata da Winetales, Beacon, Venezia Unica e WineHo, racconterà le eccellenze del territorio in alcuni dei luoghi più̀ prestigiosi del capoluogo veneto, come la Scuola Grande della Misericordia e Ca’ Vendramin Calergi, e sarà occasione di incontro tra produttori, operatori di settore, appassionati del mondo del vino, comunicatori ed esperti. Tra questi, Ais Veneto sarà ancora una volta partner di un evento culturale che pone il vino al centro dell’attenzione.

Wine in Venice – spiega Gianpaolo Breda, Presidente di Ais Veneto – rappresenta un’occasione importante per raccontare i valori racchiusi in un calice. Quando assaggiamo un vino, infatti, scopriamo anche il suo territorio d’origine e la visione di chi lo produce, sorseggiamo una storia unica e una cultura millenaria. Questo evento ci dà quindi l’opportunità di raccontare il vino in luoghi di straordinaria bellezza, oltre che di discutere su temi fondamentali per il futuro del settore”.

Il programma di Wine in Venice segue le tematiche dell’evento: sabato 28 gennaio sarà dedicato alla sostenibilità, domenica 29 all’innovazione, lunedì 30 all’etica. Nella stessa occasione verrà inoltre assegnato il Premio Export Italia di Uniexport Manager, la principale associazione di professionisti italiani dell’export.