fbpx

Quando i fumetti diventano vini ed etichette

Manga, libri, anime, cartoni animati. Negli scorsi mesi abbiamo visto e raccontato la presenza del vino nel mondo dell’animazione e dei fumetti, citando personaggi, situazioni e anche qualche censura. Cosa succede, invece, quando un prodotto immaginario si trasforma in vino o un personaggio di fantasia finisce su un’etichetta?

Il vino dei giganti

Partiamo dal primo caso, “L’attacco dei giganti”, uno dei manga più conosciuti al mondo – ha anche un adattamento televisivo anime e la Warner Bros potrebbe produrre un live action a breve (ne esiste uno giapponese che non ha avuto grande successo) – nel quale uno dei momenti più drammatici riguarda proprio il vino: all’interno di pregiate bottiglie viene inserito del liquido spinale di Zeke Yeager, un uomo in grado di trasformarsi in gigante e di mutare per sempre in colossi privi di ragione le persone che, senza saperlo, hanno bevuto la sostanza ottenuta dal suo corpo. Non vi spoileriamo il seguito ma possiamo raccontarvi che la bottiglia incriminata è diventata un vino rosso (Cabernet Sauvignon/Merlot) prodotto in Giappone da Kurand e Kobe Winery. Una bottiglia da collezione per gli appassionati di manga.

Rimaniamo nella terra del Sol Levante per parlare di Hello Kitty, la gattina nata nel 1974 dalla matita di Yuko Shimizu, famosa in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti. Il felino nipponico è diventato anche l’etichetta di una serie di vini prodotti nel nostro Oltrepò Pavese da Torti Wines. Nella terra di Pinot Nero. Croatina, Barbera e Riesling, Hello Kitty ha trovato casa grazie a un’intuizione di Patrizia Torti che ha ottenuto di poterla mettere sulle etichette dei suoi vini. Una felice intuizione apprezzata in particolar modo dai mercati nipponico e statunitense.

Spostiamoci in veneto per un caso particolare di contaminazione fumetto/etichette. L’Amarone della Valpolicella Classico Riserva Fumetto 2008 prodotto da Secondo Marco. Per questo vino, il cartoonist Riccardo Pagliarini ha creato un’etichetta che racconta i principali eventi avvenuti nell’anno di vendemmia del vino: dall’elezione di Barack Obama all’Olimpiade di Pechino, passando per la nascita dell’I-Phone, per citarne alcuni. Un’operazione che, sui social, l’azienda definisce “un giocoso concept non solo per ricordare tutti gli avvenimenti dell’annata ma che é anche riflessione sulla lunghissima lavorazione del vino.