A giugno la quinta edizione del Festival Spumantitalia

Torna l’appuntamento con il Festival Nazionale Spumantitalia, unico evento culturale dedicato alle bollicine italiane, che si svolgerà dal 4 al 6 giugno 2023. Palcoscenico della quinta edizione sarà la cittadina di Riva del Garda, con un ricco programma di attività che si svolgeranno nelle due suggestive location del PalaVela e della Spiaggia Olivi.

Il Festival, ideato e organizzato da Andrea Zanfi e da Bubble’s Italia, si conferma come un’esclusiva kermesse nazionale centrata su incontri culturali, basati su riflessioni, momenti di degustazione e approfondimenti, inerenti al sistema spumantistico; un appuntamento di aggregazione, socializzazione e confronto tra le aziende, gli operatori del settore H0.Re.Ca., il comparto tecnico scientifico e quel numerosissimo mondo di appassionati che ha contribuito a rendere grande il comparto spumantistico nazionale.

Saranno presenti tra gli altri Denis Pantini (Wine Monitor), Luca Giavi (Direttore del Consorzio Prosecco DOC), Diego Tomasi (Direttore del Consorzio Prosecco Superiore Conegliano –Valdobbiadene DOCG), Carlo Veronese (Direttore del Consorzio Oltrepò Pavese), Carlo Alberto Panont (Direttore del Consorzio Garda DOC), Giulio Somma e Carlo Flamini (Osservatorio vini UIV), il professore Attilio Scienza e Fulvio Mattivi, Vincenzo Russo, l’agronomo Marco Simonit, il Presidente mondiale dell’associazione Enologi Riccardo Cotarella, oltre a Carlos Santos di Amorim Cork, il Direttore dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio di Sicilia Gaetano Aprile, ai quali si aggiungeranno tantissimi altri, compresi ricercatori, enotecnici, giornalisti e opinion leader.

All’interno delle due aree operative l’Enoteca Bubble’s Club offrirà l’opportunità di degustare tutte le etichette degli spumanti presenti mentre alla Spiaggia Olivi, nelle serate del 4 e del 5 giugno, lo spazio Sparkling wine Bubble’s Club offrirà, oltre a degustazioni molto particolari, show cooking, degustazioni di prodotti agroalimentari italiani e musica dal vivo, con il coinvolgimento di operatori, giornalisti e tutti quei wine lovers, italiani e stranieri, dello spettacolare e appassionante mondo delle bollicine; due giorni all’insegna, come sempre, di una effervescenza unica nel suo genere.

ANDREA ZANFI

Spiaggia Olivi sarà la location punto di riferimento delle due serate del Festival del 4 e 5 giugno. Nella prima serata alle 18.30 si svolgerà l’inaugurazione, a cui farà seguito l’assegnazione del prestigioso riconoscimento di Ambasciatori del brindisi italiano alle migliori 100 aziende italiane selezionat da Bubble’s Italia. Lunedì 5 giugno, invece, lo Sparkling wine Bubble’s Club, aperto dalle ore 19.00, sarà teatro di alcune degustazioni d’eccezione tra le quali, alle ore 21.00 “I dormienti” con l’apertura di magnum che da oltre vent’anni sono sui lieviti, proposti dalla storica cantina La Versa, alle 22.00,Asti Frozen – Panettone e Asti spumante: un mix perfetto per ogni stagione” e, alle 23.00, “Brindiamo con i Diversi” – Laltro Spumante” a cura di Pojer Sandri.

La mattina di lunedì 5 nella sede del Centro Congressi del PalaVela si partirà con il talk show “Cambia il clima, cambiano i mercati, cambiano i consumatori, ma gli Spumanti come stanno cambiando?” per poi proseguire nel pomeriggio con la tematica “Il sound del tappo e il gusto del tatto. Il percepito e l’occulto del pensiero”. La giornata di martedì 6 giugno invece proporrà, al mattino, “Verso la costruzione di una nuova spumantistica italiana: tra varietà autoctone e nuovi cuvée – Ipotesi di visione di lavoro e di ricerca nella spumantizzazione”, e alle 15,00 l’ultimo talk, che vuole costruire “Un confronto dei valori necessari nella comunicazione del vino, per un dialogo possibile tra informazione e cultura”.

Anche dieci masterclass arricchiranno il programma del festival: “La Spumantistica di montagna”, che valorizza le aree montane caratterizzate da una viticoltura estrema o difficile. “C’è Prosecco e Prosecco”: a cura del Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore di Conegliano-Valdobbiadene DOCG. “Un vestito Classico per i vitigni autoctoni”, masterclass con la quale si vuole rendere omaggio alle aziende che da anni lavorano per la valorizzazione dei vitigni identificati, a torto o a ragione, come territoriali. “Una sinfonia Classica per orchestra e archi”, degustazione che racconta la musicalità dei diversi terroir. “Il Rosé si guarda allo specchio”: un approfondimento per comprendere l’enorme difficoltà che vi è dietro questo tipo di vini. “Bollicine di Sicilia, una realtà da valorizzare”, per scoprire un territorio dove le sorprese in ambito spumantistico non mancano. Si continua con “Il metodo Classico dell’Oltrepò Pavese DOCG”, seguendo l’evoluzione di un areale dalle enormi potenzialità. “Il frutto nel bicchiere”: un tour dell’Italia attraverso il Metodo Italiano. “Il Sannio e La Falanghina per assaporare la piacevolezza di uno spumante trend”. Infine, la visione della spumantistica di Riccardo Cotarella per dare merito a uno dei maestri della spumantistica nazionale.

Dieci degustazioni guidate, dieci opportunità per fare un viaggio affascinante nel sistema spumantistico italiano scoprendo come ci si possa trovare coinvolti in un mondo effervescente stando seduti in un unico luogo. Le masterclass saranno guidate da una nutrita schiera di enologi come Mattia Vezzola, Massimo Tripaldi, Pierluigi Zema, Pier Paolo Chiasso, Vittorio Festa, Tonino Guzzo e Riccardo Cotarella, coordinati da Sissi Baratella, oltre a giornalisti esperti come Erika Mantovan, Stefano Cosma e tanti altri.

Il programma completo delle masterclass e dei talk show è consultabile sul sito della manifestazione a questo link

Visited 3 times, 1 visit(s) today